Chirurgia Estetica

CHIRURGIA DEL VOLTO

Lifting cervico facciale: Il lifting cervico-facciale o ritidectomia corregge i segni che derivano dalla ipotonia cutanea, dal grasso e delle fasce muscolari:solchi naso-labiali, solchi mento-labiali o marionette, profilo mandibolare o guance a bulldog, profilo del collo o collo di tacchino

Anestesia: generale o locale con sedazione. — Durata: da 2 a 4 ore .
Prima del trattamento chirurgico: sospensione di terapie a base ormonale (pillola anticoncezionale, ormonoterapia sostituiva della menopausa, ormoni per il controllo dei tumori mammari, fare attenzione per l’assunzione di medicinali contenenti acido acetilsalicilico e o Vitamina E, particolare attenzione per l’assunzione di alcolici e sospendere il fumo.
Postoperatorio: dolore di intensità soggettiva, edema per i primi 15 e anche oltre, 4-5 dopo l’intervento medicazione e asportazione dei punti di sutura davanti all’orecchio, dopo 7-10 giorni rimozione dei restanti punti, 21/28 giorni dopo può essere ripresa l’attività fisica, in alcuni soggetti può persistere per diverso tempo alterazione della sensibilità.
Complicazioni possibili: ematoma, è la più frequente, sieroma , necrosi cutanea di solito rara, lesioni nervose, rarissime, ma spesso definitive, possono causare delle paralisi (transitorie o permanenti) di alcuni muscoli della faccia, con conseguenti asimmetrie della mimica facciale (paralisi di metà fronte, paralisi di metà bocca),le cicatrici cutanee sono completamente nascoste fra i capelli o localizzate in sedi anatomiche ove risultano difficilmente visibili.

Lifting del sopracciglio: Il lifting innalza i sopraccigli, tramite l’asportazione di un settore di cute immediatamente sopra il sopracciglio, di forma accuratamente predeterminata.

Anestesia:  locale o locale e sedazione. — Durata: 1 ora.
Prima del trattamento chirurgico: sospendere assunzione di medicinali contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, limitare il fumo e limitare l’assunzione di alcolici.
Postoperatorio: per i primi 6 gg steril streep e cerottini in corrispondenza delle sopracciglia, possibile edema delle palpebre superiori. Dopo 8/10 giorni: asportazione dei punti di sutura
Complicazioni possibili:  infezioni, lievi asimmetrie di posizione delle sopracciglia,le cicatrici sono posizionate al confine dei peli superiori dei sopraccigli.

Lifting temporale: consente di innalzare la parte laterale del sopracciglio e di distendere la pelle delle tempie e della parte laterale degli occhi.
Anestesia: locale o locale e sedazione. — Durata: 1 ora.
Prima del trattamento chirurgico:  sospendere assunzione di medicinali contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, limitare o sospendere fumo e alcolici.
Postoperatorio: nei primi giorni edema delle tempie e talvolta delle palpebre, asportazione dei punti di sutura dopo 10 gg.
Complicazioni possibili: ematoma,infezioni,lividi ed ecchimosi, in molti pazienti sensazione di tensione nella zona trattata,asimmetrie di posizione delle sopracciglia,Le cicatrici rimangono nascoste fra i capelli, capita che a volte possono diventare iperemiche ed ipertrofiche.

Lifting medio facciale: Il lifting medio-facciale correggere l’appiattimento delle regioni zigomatiche e allenta i solchi naso-jugali (solchi obliqui dall’angolo interno degli occhi verso i lati), isolchi naso-labiali,i solchi mento-labiali ,alterazioni del profilo mandibolare

Anestesia: generale o, locale con sedazione. — Durata: 2 ore circa
Prima del trattamento chirurgico:  sospendere l’assunzione di medicinali contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E,limitare l’assunzione di alcolici e sospendere il fumo.
Postoperatorio:  dolore, edema che può perdurare per 2 settimane, 6 giorni dopo, rimozione dei punti di sutura, immancabili sono le ecchimosi localizzate nell’area sottostante gli occhi talvolta diffuse al volto, ripresa dell’attività fisica dopo 28gg, possibili parestesie presenti per alcuni mesi.
Complicazioni possibili: ematoma, infezioni, retrazioni cicatriziali o cicatrici ipertrofiche.

Lipofilling: (autolipotrapianto) nel volto, consente di correggere regioni cutanee con diminuito spessore del tessuto sottocutaneo, conseguente a : invecchiamento,iniezioni sottocutanee di farmaci o principi attivi lipolitici, liposuzioni mal eseguite.

Anestesia: locale — Durata: da 30 a 60 minuti
Prima del trattamento: sarebbe utile sospendere l’assunzione di acido acetilsalicilico e Vitamina E
Postoperatorio:  medicazione dopo circa 1 settimana,, edema per qualche giorno, probabile livido in sede di trattamento.
Complicazioni possibili:  ematoma, infezioni.

Mentoplastica: L’intervento di mentoplastica additiva consente di migliorare la forma del mento attraverso l’uso di un’apposita protesi.

Anestesia:Locale o locale con sedazione.
Prima del trattamento chirurgico: sospendere farmaci contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E.
Postoperatorio: possibile algia della zona mentoniera, edema per qualche giorno asportazione dei punti di sutura dopo 10/12 gg.
Complicazioni possibili:  ematoma, infezioni, contrazione della capsula periprotesica, estrusione della protesi, alterazione della sensibilità del labbro inferiore,cicatrici ipertrofiche o cheloidee o depresse.

Otoplastica: L’intervento di otoplastica consente la correzione delle orecchie a sventola.

Anestesia:locale o locale più sedazione. — Durata: da 1,5 a 2,5 ore
Prima del trattamento chirurgico:  sospendere assunzione di medicinali contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E.
Postoperatorio:  possibile algia nella zona trattata, bendaggio idoneo per almeno 21/28 gg, i punti di sutura vengono rimossi in decima giornata, edema per qualche giorno.
Complicazioni possibili:  ematoma, infezioni, cicatrici ipertrofiche, cheloidee o depresse.

Rinoplastica: L’intervento di rinoplastica viene eseguito per modificare la forma del naso. Nei casi di deviazione del setto la rinoplastica può essere indicata per determinare un miglioramento della capacità respiratoria.

Anestesia: locale per modificazioni della sola punta del naso; generale o sedazione per altro. —  Durata: da 1 a 3 ore
Prima del trattamento chirurgico: sospendere l’assunzione di acido acetilsalicilico e Vitamina E, limitare l’assunzione di alcolici e il fumo.
Postoperatorio: edema per qualche giorno,ecchimosi ai lati del naso che durano circa 21 gg, rimozione della placchetta rigida 10-12 giorni dopo l’intervento,rimozione dei tamponi nasali dopo 4/6 gg, ripresa dell’attività fisica dopo 3 settimane.
Complicazioni possibili:  sanguinamento nasale ematomi,infezione, danni all’apparato lacrimale, disturbi della respirazione, alterazione dell’olfatto.

Blefaroplastica Inferiore: consente di correggere eventuali eccessi di cute e/o di grasso.

Anestesia: locale o locale più sedazione. — Durata: 1,5 ore
Prima del trattamento chirurgico:  sospendere terapie ormonali, sospendere assunzione di medicinali contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E.
Postoperatorio: rigidità delle palpebre nell’immediato postoperatorio, possibile dolore,possibile difficoltà di chiusura completa delle palpebre transitoria, qualche volta diplopia. Punti di sutura rimossi 4-6 giorni dopo l’intervento, edema ed ecchimosi,nelle prime settimane è possibile avere un’eccessiva lacrimazione, sensibilità alla luce .
Complicazioni possibili: ematoma , infezioni , eccessiva lacrimazione o secchezza corneale, comparsa di piccole cisti , asimmetria palpebrale , ectropion (eversione della palpebra inferiore), scleral show (occhio tondo , enoftalmo (rientramento del bulbo oculare), chemosi (versamento di sangue sotto la congiuntiva),cicatrici ipertrofiche, cheloidee e depresse.

Blefaroplastica superiore: corregge gli eccessi di cute.

Anestesia: locale e o con sedazione — Durata: 1 ora.
Prima del trattamento chirurgico: sospendere assunzione di farmaci contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E.
Postoperatorio:  possibile dolore, iniziale difficoltà di chiusura completa delle palpebre,a volte diplopia, ecchimosi che possono permanere a lungo sino a 30 gg, i punti di sutura vengono rimossi 7/9 gg dopo l’intervento.
Complicazioni possibili: ematoma , infezioni, irritazione oculare, lacrimazione ,secchezza corneale, asimmetria palpebrale,cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse.

Cheiloplastica : aumenta l’esposizione della cute rossa del labbro (vermiglione),

Anestesia: locale. — Durata: circa 1 ora.
Prima del trattamento:  sospendere l’assunzione di farmaci contenenti acido o Vitamina E.
Postoperatorio:  Tumefazione del labbro.
Complicazioni possibili: ematoma, infezioni.

P E R M A L I P

Il trattamento è una tecnica chirurgica permanente per le ipoplasie delle labbra . La procedura consiste nell’inserire all’interno delle labbra della bocca una protesi di polimero di silicone.

Chirurgia Mammaria: mastopessi eseguito per migliorare la forma di seni cadenti (ptosi mammaria). Tramite questa procedura chirurgica si alzano areole e capezzoli, si riduce il diametro delle areole, correggere l’eventuale presenza di asimmetrie delle mammelle.
Anestesia: generale .
Durata: da 2 a 3 ore
Prima del trattamento chirurgico: sospendere assunzione di farmaci contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, limitare alcool e fumo.
Postoperatorio:dolore, dopo 14 gg rimozione dei punti di sutura , dopo 30 gg ripresa dell’attività fisica.
Postoperatorio:  ematoma, infezioni, necrosi dell’areola e del capezzolo, perdita della sensibilità del capezzolo, cicatrici ipertrofiche, cheloidee o depresse.

Mastoplastica additiva: eseguito per aumentare il volume delle mammelle mediante l’inserimento di protesi.
Anestesia: generale.
Durata: da 1,5 a 3 ore
Prima del trattamento chirurgico: sospendere terapie ormonali , sospendere l’assunzione di acido acetilsalicilico e Vitamina E.
Postoperatorio:  dolore, dopo 14 gg rimozione dei punti di sutura , dopo 30 gg ripresa dell’attività fisica. Quando le protesi sono posizionate sotto il muscolo gran pettorale deve essere portato per almeno 5 settimane un reggiseno sportivo ed una fascia elastica atta a mantenere le protesi spinte verso il basso.
Complicazioni possibili: ematoma, infezioni, retrazione della capsula periprotesica, rottura delle protesi, spostamento delle protesi. cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse.

Mastoplastica riduttiva: consente di ridurre le dimensioni e correggere la forma di mammelle eccessivamente sviluppate.

Anestesia: generale .
Durata: da 3 a 4 ore
Prima del trattamento chirurgico: sospendere terapie ormonali, sospendere assunzione di farmaci contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, limitare alcool e fumo.
Postoperatorio: dolore. dopo 14 gg rimozione dei punti di sutura , dopo 30 gg ripresa dell’attività fisica.
Complicazioni possibili: ematoma, infezioni, retrazione della capsula periprotesica, rottura delle protesi, spostamento delle protesi. cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse,insensibilità del capezzolo, liponecrosi , cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse.

Ginecomastia: eseguito per eliminare un eccessivo sviluppo di tessuto ghiandolare (ginecomastia vera) o adiposo (pseudoginecomastia) o di entrambi (ginecomastia mista).

Anestesia:  generale
Durata:  da 1,5 a 2 ore
Prima del trattamento chirurgico: al di la degli esami di routine, dosaggio ormoni sessuali. Sospendere assunzione di farmaci contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, come sempre limitasrealcool e fumo.
Postoperatorio:  dolore. dopo 14 gg rimozione dei punti di sutura , dopo 30 gg ripresa dell’attività fisica.
Complicazioni possibili: ematoma, infezioni, alterazione della sensibilità del capezzolo , cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse.

Chirurgia del corpo: Addominoplastica si determina l’asportazione chirurgica della pelle in eccesso e lassa della regione addominale.
Anestesia:  generale.
Durata: da 2 a 3 ore.
Prima del trattamento chirurgico: sospendere terapie ormonali, medicinali contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, limitare l’uso di alcool e fumo.
Postoperatorio: dolore, dopo 14 gg rimozione dei punti di sutura , dopo 30 gg ripresa dell’attività fisica, per un mese deve essere indossata continuativamente una guaina elastocontenitiva.
Complicazioni possibili: ematoma, infezioni,necrosi. cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse , liponecrosi ,sieroma, cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse.

Gluteoplastica: corregge , i glutei appiattiti o con eccesso di cute. La procedura chirurgica si può effettuare attraverso diverse metodiche, lifting dei glutei inserimento di protesi,lipofilling, lipoaspirazione.

Anestesia:  generale o locale con sedazione.
Durata:  da 2 a 3 ore a seconda della tecnica usata.
Prima del trattamento chirurgico: sospendere terapie ormonali, medicinali contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, limitare l’uso di alcool e fumo.
Postoperatorio: dolore, dopo 14 gg rimozione dei punti di sutura , dopo 30 gg ripresa dell’attività fisica, per un mese deve essere indossata continuativamente una guaina elastocontenitiva,nelle prime 2-3 settimane  evitare di flettere troppo le cosce ed di sedersi sulle suture eseguite, la presenza di ecchimosi rappresentano la norma.
Complicazioni possibili: ematoma, infezioni,necrosi. cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse , liponecrosi ,sieroma, alterazioni della sensibilità della pelle sono in genere temporanee, asimmetria nel profilo dei glutei o nella posizione delle cicatrici.

Lifting delle braccia: consente di correggere la rilassatezza dei tessuti molli delle braccia.

Anestesia: locale con sedazione
Durata:  3 ore
Prima del trattamento chirurgico: sospendere assunzione di farmaci contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, limitare alcool e fumo.
Postoperatorio: dolore, dopo 14 gg rimozione dei punti di sutura , dopo 30 gg ripresa dell’attività fisica, per un mese bendaggio elastocontenitivo, ecchimosi .
Complicazioni possibili: ematoma, infezioni,necrosi. cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse , liponecrosi ,sieroma.

Lifting delle cosce: consente di correggere la rilassatezza della pelle.
Anestesia:  generale.
Durata:  2 ore.
Prima del trattamento chirurgico: sospendere terapie ormonali e medicinali contenenti acido o Vitamina E, limitare alcolici e fumo.
Postoperatorio: dolore, dopo 14 gg rimozione dei punti di sutura , dopo 30 gg ripresa dell’attività fisica, per un mese bendaggio elastocontenitivo, ecchimosi .
Complicazioni possibili: ematoma, infezioni,necrosi. cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse , liponecrosi ,sieroma.

Liposuzione- laser lipolis: l’intervento di liposuzione consente di eliminare gli eccessi di tessuto adiposo localizzati (fianchi, cosce, glutei, ginocchia, addome, caviglie, braccia, regione sottomentoniera, etc.).

Anestesia: locale per piccoli accumuli in zone di limitata estensione, generale o locale con sedazione per accumuli cospicui.
Durata: da 1 a 3 ore
Prima del trattamento chirurgico: sospendere terapie ormonali e medicinali contenenti acido o Vitamina E, limitare alcolici e fumo.
Postoperatorio:  dolore, edema, ecchimosi, dopo 30 gg ripresa dell’attività fisica, per un mese bendaggio elastocontenitivo, ecchimosi, è consigliabile camminare, in modo da smaltire l’edema e limitare il rischio di trombosi nelle vene delle gambe. Ematoma: può insorgere nelle prime 12-24 ore dopo l’intervento.
Complicazioni possibili: infezioni, Trombo-embolia, emorragia.

Torsoplasica: consente di correggere pieghe e ondulazioni dell’addome, dei fianchi e delle cosce dovute ad una diminuzione dell’elasticità cutanea.
Anestesia: generale .
Durata:  3-4 ore.
Prima del trattamento chirurgico: opportuno calo ponderale, sospendere terapie ormonali,medicinali contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, limitare fumo e alcool.
Postoperatorio:: dolore, edema, ecchimosi, , rimozione dei drenaggi in quarta giornata, rimozione dei punti di sutura dodicesima girornata, dopo 30 gg ripresa dell’attività fisica, per 5-7 giorni: deambulazione e seduta difficoltose , indossare la guaina o la pancera elastica per mantenere immobilizzata la parte operata per 30 gg.
Complicazioni possibili: ematoma, sieroma, infezioni liponecrosi,alterazioni della sensibilità cutanea, asimmetria del profilo corporeo, cicatrici ipertrofiche, cheloidee, depresse.

Chirurgia Genitale: ninfoplastica consente di ridurre le piccole labbra vulvari e/o di correggerne una loro possibile evidente asimmetria.

Anestesia: anestesia locale e/o sedazione.
Durata:  45 minuti circa
Prima del trattamento chirurgico: sospendere terapie ormonali,medicinali contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, limitare fumo e alcool.
Postoperatorio: edema per almeno 10/15 gg, attività sessuale 3 settimane circa dopo l‘intervento.
Complicazioni possibili:  sanguinamento, ematoma, infezione, riapertura spontanea della ferita, sensibilità della pelle alterata.

Romodellamento della regione pubica: riduce l’eccessiva prominenza del cosiddetto monte di Venere dovuta ad eccessivo accumulo di tessuto adiposo.
Anestesia:  locale o locale con sedazione.
Durata:  45 minuti
Prima del trattamento chirurgico: sospendere terapie ormonali,medicinali contenenti acido acetilsalicilico o Vitamina E, limitare fumo e alcool.
Il rimodellamento del pube si ottiene con una delle seguenti procedure eseguibili singolarmente o in combinazione:
lipoaspirazione ,lifting pubico.
Postoperatorio: edema , attività sessuale 3 settimane circa dopo l‘intervento, guaina elastica per un periodo di 3 settimane circa.
Complicazioni possibili:sanguinamento, ematoma, infezione.

Rimodellamento delle grandi labbra: consente di migliorare forma, volume e tono delle grandi labbra. modificarne il volume e correggere eventuali asimmetrie, conferendo un aspetto più giovanile alla vulva nel suo complesso.

AUMENTO DELLE GRANDI LABBRA
L’intervento è  indicato nei casi in cui le grandi labbra non coprano adeguatamente le piccole labbra.
RIDUZIONE DELLE GRANDI LABBRA
L’intervento è indicato qualora le grandi labbra siano troppo sviluppate a causa di eccesso adiposo.

CHIRURGIA  AMBUTORIALE

Asportazione lipomi.
Mappatura nevi , asportazione e istologia.
Rimozione cisti sebacee.
Granulomi da corpo estraneo.
Onicectomia di unghie incarnite.
Rimozione verruche.
Asportazione papillomi penduli.
Asportazione neoformazioni cutanee.
Flebectomie di varici secondarie degli arti inferiori.
Revisione di cicatrici cutanee.
Asportazione di cisti pilonidale.

TRICOLOGIA

Analisi capello malato e diradato.
Cure per la caduta dei capelli.
Soluzioni alla calvizie.
Terapia Nutrizionale
Isoproteica.
Iperproteica.
Ipocalorica.
Mediterranea.

Per ulteriori informazioni inviare una mail al seguente indirizzo: d.amuso.estetica@gmail.com